Mi vorìa saver (Italian translation)

Advertisements
Italian translation

Io vorrei sapere

Io vorrei sapere
perché quest’aria è chiara
e questa gente pallida
che aspetta lo scirocco;
questo mare grosso che va
sotto un cielo di piombo
e che porta lontano
un sole povero e stanco.
 
Questa gente va, non guarda il tempo:
prende due stracci, ci riempie una barchetta,
sbarca più in là, dove l’aria è scura
ma l’acqua non arriva: si sente sicura.
Sicura di non morire con le ossa bagnate
ma nera di un fumo che non si ferma mai
di un carbone duro e nero come una tomba
piangi la tua terra, la casa nuova non basta.
 
Rimpiangi due muri
in cima a un canale
e cerchi la speranza
di tornarci domani.
Ma ti spacca i polmoni
quest’aria nera di pietra
e ti sembra che non arrivi
mai questa primavera.
 
Anche la pioggia di ieri ti sembra benedetta:
chiudi le imposte, ti salvi dalla puzza,
corri in terrazza a chiamare i bambini:
quando parla Marghera, tacciono i disperati.
Taci ogni giorno e pensi che mai
avresti dovuto lasciare il tuo campo e la tua casa.
Morire annegati forse non è la nostra condanna,
ma senza respirare, o bruciati da una fiamma.
 
Poi fai i conti, che in fondo
centotrenta è tanto,
centotrentamila al mese
pagano tutte le spese.
Vivere, poco. Ti basta
cacciar fuori la miseria;
se non basta, si spera
di potersi salvare.
 
E ti senti male, stretto tra due fuochi,
con l’acqua che cresce e il fumo che tira.
Tornare non si può, restare, non si vive:
crepare è la sorte che il padrone ci destina.
Tornare non si può, restare, non si vive:
crepare è la sorte che il padrone ci destina.
Tornare non si può, restare, non si vive:
crepare è la sorte che il padrone ci destina.
 
Submitted by annabellanna on Mon, 15/10/2018 - 14:11
Last edited by annabellanna on Sat, 03/11/2018 - 10:04
Venetan

Mi vorìa saver

See also
Comments